Rebecca Grimaldi

Vorrei farti vedere realmente chi sia realmente Violetta
Io so ogni cosa e sono conoscenza del vederla piangere, millantare, inflazionarsi e stendersi un’altra volta e un’altra ancora
Si è illusa come se qualcuno gli avesse detto che la ruota gira
Ma ora è stanca di essere quella di scorta
Ma in realtà ne è contenta perché ha la metà del male che merita per sua stessa volontà.
A volte si chiede ne vale davvero la pena e non riesce a rispondersi
Vuole nascondersi
Portando in dono i traumi di una vita
A una psicologa la sua migliore amica come ha dato a te
E a te non ha dato una famiglia ma una condanna
Ho conosciuto il tuo vero padre e non è vero che ti abbia abbandonata ma semplicemente sia tutta una menzogna di tua madre.
E questo tempo fuori
Non è rose e fiori
E il vento ti la spinge come se le disse ‘non fermarti anzi corri da lui, il tuo vero padre”
Ma lei scappa via
Magari sbaglia ma avrà sbagliato di testa sua
La vita è amara e la rende dolce come Khalua
Lei è maledettamente testarda ossia
Non accetta che litigare è sinonimo di stare male
Ed è ancora peggio esserne consapevoli e restare uguale
Affoga i rimorsi nel sesso e nel punirsi prostituendosi.
Poi è manipolativa e scappa e mente e elude le domande, diffama perché sa che spesso in amore chi insegue perde e questo lo applica anche ai suoi figli.
È bella e imprevedibile
A volte forte a volte insicura
Ha un lato buio che non mostra mai
Lei si mostra e crede di essere luce chiara nella notte scura
Lei si crede come la luna
Ma in realtà è truffa ed illusione, Violetta è come una nuvola che offusca il sole di chi si fida di lei.
Lei è pronta a ogni compromesso.
E di fatti
Quando cala la sera
E la luna vera è coperta da nuvole scure
Quando vorrai un abbraccio dai tuoi ma non sai dove sono e ti chiedi perché
Quando sarà primavera
E la nostalgia porterà altre paure
Ricorda che le persone speciali soffrono sempre di più
E tu
Quando torna alla mente un fantasma
Quando stai per rivivere un dramma
Quando perdi del tutto la calma
Metti in cuffia questa ninna nanna
E ricorda che la peggiore tempesta
All’alba vedrà un nuovo sole
E nel male non sentirti persa
Perché senza amore si muore
CERCA LUI IL TUO VERO PADRE E NON FIDARTI DI LEI.
Un caro saluto